Con il Superbonus 110% aumenterà la richiesta di manodopera nel settore edilizio.

Antonio Trevisi ha visitato la casa circondariale di Lecce: “Ho incontrato la direttrice Rita Russo insieme al personale dell’ufficio tecnico

Si è parlato delle opportunità di reinserimento lavorativo per i detenuti offerte dal Superbonus 110%.”

Corsi di formazione per i detenuti

Obiettivo: formare profili professionali per una immediata collocazione nel mondo del lavoro, come per cappottisti, impiantisti, elettricisti.

Antonio Trevisi: “Con la misura del Super bonus 110% si ha un’occasione di riscatto sociale importante, che si sta concretizzando”.

Col Superbonus crescerà la richiesta di manodopera

Il Superbonus causerà nei prossimi anni uno choc economico nel settore dell’edilizia e molte imprese del settore avranno difficoltà a reperire manodopera.

Per questo motivo formare i detenuti, a cominciare da coloro che stanno per finire di scontare la pena, può rappresentare una occasione utile per un reinserimento sociale.

Il Superbonus quindi potrebbe offire una seconda possibilità a tante persone che non hanno avuto in passato delle opportunità lavorative.

Parcheggi fotovoltaici nella casa circondariale di Lecce

Nell’incontro si è parlato anche di un coinvolgimento della scuola edile e delle imprese per la realizzazione di parcheggi fotovoltaici nel carcere.

“Dall’incontro di oggi sono nate diverse idee, tra cui la possibilità di utilizzare i parcheggi antistanti la casa circondariale per l’installazione impianti fotovoltaici, come ho fatto per i parcheggi fotovoltaici dell’Università del Salento dieci anni fa”.